forex trading logo

  • images/stories/slide/08102011370.jpg
  • images/stories/slide/08102011371.jpg
  • images/stories/slide/10843_105047512842334_100000112582910_118678_4455058_n.jpg
  • images/stories/slide/10843_105206642826421_100000112582910_123202_2272251_n.jpg
  • images/stories/slide/11062011272.jpg
  • images/stories/slide/11062011273.jpg
  • images/stories/slide/11062011274.jpg
  • images/stories/slide/11062011275.jpg
  • images/stories/slide/11062011276.jpg
  • images/stories/slide/11062011277.jpg
  • images/stories/slide/11062011278.jpg
  • images/stories/slide/11863_106266116053807_100000112582910_146225_4162430_n.jpg
  • images/stories/slide/12092011363.jpg
  • images/stories/slide/12092011364.jpg
  • images/stories/slide/14062011282.jpg
  • images/stories/slide/14062011283.jpg
  • images/stories/slide/14062011284.jpg
  • images/stories/slide/14448_100693809954375_100000412698134_16369_8010622_n.jpg
  • images/stories/slide/15438_102383653118724_100000412698134_62805_1771052_n.jpg
  • images/stories/slide/15438_102383696452053_100000412698134_62806_5468003_n.jpg
  • images/stories/slide/15438_102383699785386_100000412698134_62807_7949926_n.jpg
  • images/stories/slide/15438_102599696430453_100000412698134_68115_7301075_n.jpg
  • images/stories/slide/16012011184.jpg
  • images/stories/slide/16012011185.jpg
  • images/stories/slide/16012011186.jpg
  • images/stories/slide/16072009050.jpg
  • images/stories/slide/16072009051.jpg
  • images/stories/slide/16072009052.jpg
  • images/stories/slide/171220111178.jpg
  • images/stories/slide/17841_107738182573267_100000112582910_180113_7833402_n.jpg
  • images/stories/slide/18072009054.jpg
  • images/stories/slide/18365_103768629646893_100000412698134_99122_5415446_n.jpg
  • images/stories/slide/20102010152.jpg
  • images/stories/slide/20741_109435585736860_100000112582910_220091_2110105_n.jpg
  • images/stories/slide/231020111118.jpg
  • images/stories/slide/231020111124.jpg
  • images/stories/slide/231020111125.jpg
  • images/stories/slide/231020111126.jpg
  • images/stories/slide/231020111127.jpg
  • images/stories/slide/231020111128.jpg
  • images/stories/slide/231020111130.jpg
  • images/stories/slide/231020111131.jpg
  • images/stories/slide/231020111132.jpg
  • images/stories/slide/231020111133.jpg
  • images/stories/slide/231020111135.jpg
  • images/stories/slide/231020111137.jpg
  • images/stories/slide/231020111138.jpg
  • images/stories/slide/231020111139.jpg
  • images/stories/slide/231020111142.jpg
  • images/stories/slide/231020111143.jpg
  • images/stories/slide/231109_210670605623361_100000412698134_733583_1642766_n.jpg
  • images/stories/slide/270820111073.jpg
  • images/stories/slide/270820111074.jpg
  • images/stories/slide/270820111075.jpg
  • images/stories/slide/270820111077.jpg
  • images/stories/slide/270820111078.jpg
  • images/stories/slide/270820111079.jpg
  • images/stories/slide/270820111080.jpg
  • images/stories/slide/270820111081.jpg
  • images/stories/slide/270820111082.jpg
  • images/stories/slide/270820111083.jpg
  • images/stories/slide/270820111085.jpg
  • images/stories/slide/270820111086.jpg
  • images/stories/slide/270820111087.jpg
  • images/stories/slide/270820111088.jpg
  • images/stories/slide/270820111089.jpg
  • images/stories/slide/270820111090.jpg
  • images/stories/slide/270820111091.jpg
  • images/stories/slide/270820111092.jpg
  • images/stories/slide/270820111093.jpg
  • images/stories/slide/270820111094.jpg
  • images/stories/slide/270820111095.jpg
  • images/stories/slide/270820111096.jpg
  • images/stories/slide/270820111098.jpg
  • images/stories/slide/270820111099.jpg
  • images/stories/slide/270820111100.jpg
  • images/stories/slide/270820111101.jpg
  • images/stories/slide/270820111102.jpg
  • images/stories/slide/270820111103.jpg
  • images/stories/slide/4afesta.jpg
  • images/stories/slide/5334_102630963083989_100000112582910_54253_3831206_n.jpg
  • images/stories/slide/7530_104808812866204_100000112582910_113041_1462681_n.jpg
  • images/stories/slide/7935_103358699677882_100000112582910_75716_2944593_n.jpg
  • images/stories/slide/7935_103398043007281_100000112582910_76756_805253_n.jpg
  • images/stories/slide/7935_103432299670522_100000112582910_77619_1340756_n.jpg
  • images/stories/slide/7935_103679402979145_100000112582910_84110_2028803_n.jpg
  • images/stories/slide/7935_103908259622926_100000112582910_89618_4829573_n.jpg
  • images/stories/slide/7935_104413116239107_100000112582910_102794_2344621_n.jpg
  • images/stories/slide/Ansdell_Richard_The_Gamekeeper.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 154.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 157.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 158.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 159.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 160.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 161.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 162.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 163.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 164.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 165.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 166.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 167.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 168.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 169.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 170.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 171.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 173.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 174.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 175.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 176.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 177.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 178.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 179.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 180.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 181.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 182.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 183.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 184.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 185.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 186.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 187.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 188.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 189.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 190.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 191.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 192.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 193.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 194.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 195.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 196.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 197.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 198.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 199.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 200.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 201.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 202.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 203.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 204.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 205.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 206.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 207.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 208.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 209.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 212.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 213.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 214.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 215.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 216.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 217.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 218.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 220.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 233.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 234.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 235.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 236.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 237.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 238.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 239.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 240.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 241.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 242.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 243.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 244.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 245.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 246.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 247.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 248.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 249.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 250.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 251.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 252.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 253.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 254.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 255.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 256.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 257.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 260.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 261.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 262.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 263.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 264.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 265.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 266.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 267.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 268.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 269.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 270.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 271.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 272.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 273.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 274.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 275.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 276.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 277.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 278.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 279.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 280.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 281.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 282.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 283.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 284.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 285.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 286.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 287.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 290.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 291.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 292.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 294.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 295.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 300.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 301.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 302.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 303.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 304.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 305.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 306.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 307.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 308.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 309.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 310.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 312.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 313.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 314.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 315.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 316.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 317.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 318.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 319.jpg
  • images/stories/slide/Immagine 320.jpg
  • images/stories/slide/Panoramica.jpg
  • images/stories/slide/aereo.jpg
  • images/stories/slide/caccia13.jpg
  • images/stories/slide/caccia8.jpg
  • images/stories/slide/caccia9.jpg
  • images/stories/slide/cacciaantica.jpg
  • images/stories/slide/cani.jpg
  • images/stories/slide/carpa.jpg
  • images/stories/slide/cinghiale.jpg
  • images/stories/slide/cinghiale1.jpg
  • images/stories/slide/cinghiale3.jpg
  • images/stories/slide/cinghialetesta.jpg
  • images/stories/slide/collalto_veduta_lago.jpg
  • images/stories/slide/colle.jpg
  • images/stories/slide/colle1.jpg
  • images/stories/slide/fagioli_guido.jpg
  • images/stories/slide/illagocategoria.jpg
  • images/stories/slide/lago.jpg
  • images/stories/slide/lago11.jpg
  • images/stories/slide/lago111.jpg
  • images/stories/slide/lago12.jpg
  • images/stories/slide/lago13.jpg
  • images/stories/slide/lago14.jpg
  • images/stories/slide/lago15.jpg
  • images/stories/slide/lago16.jpg
  • images/stories/slide/lago17.jpg
  • images/stories/slide/lago18.jpg
  • images/stories/slide/lago19.jpg
  • images/stories/slide/lago20.jpg
  • images/stories/slide/lago23.jpg
  • images/stories/slide/lagoXcollegamento.jpg
  • images/stories/slide/lago_guido.jpg
  • images/stories/slide/lago_specchio.jpg
  • images/stories/slide/leonardo_capitani_slide.jpg
  • images/stories/slide/luccio.jpg
  • images/stories/slide/luccio1.jpg
  • images/stories/slide/luccio3.jpg
  • images/stories/slide/montagna.jpg
  • images/stories/slide/montagna10.jpg
  • images/stories/slide/montagna11.jpg
  • images/stories/slide/montagna12.jpg
  • images/stories/slide/montagna13.jpg
  • images/stories/slide/montagna14.jpg
  • images/stories/slide/montagna15.jpg
  • images/stories/slide/montagna16.jpg
  • images/stories/slide/montagna16Xcollegamento.jpg
  • images/stories/slide/montagna17.jpg
  • images/stories/slide/montagna18.jpg
  • images/stories/slide/montagna19.jpg
  • images/stories/slide/perbanner.jpg
  • images/stories/slide/perbanner1.jpg
  • images/stories/slide/perbanner1_mod.jpg
  • images/stories/slide/perbanner3.jpg
  • images/stories/slide/tartufo.jpg
  • images/stories/slide/trota.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_067.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_068.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_069.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_070.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_071.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_072.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_073.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_074.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_075.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_077.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_078.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_079.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_080.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_081.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_082.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_083.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_084.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_085.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_086.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_088.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_089.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_090.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_091.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_092.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_093.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_094.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_095.jpg
  • images/stories/slide/ultimas_096.jpg
  • images/stories/slide/0000000000000000000001.gif
  • images/stories/slide/turano.gif
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi124
mod_vvisit_counterIeri49
mod_vvisit_counterQuesta settimana322
mod_vvisit_counterUltima settimana1001
mod_vvisit_counterQuesto mese1719
mod_vvisit_counterUltimo mese4313
mod_vvisit_counterTotale604444

We have: 42 guests online
Il tuo IP: 54.156.54.104
Today: Ago 16, 2017

Login



Università Agraria Colle di Tora
Bosco Colle Zuccarino - Resacchietto PDF Stampa E-mail
Avvisi

AVVISO D'ASTA

Bosco " Colle Zuccarino - Resacchietto "

 In esecuzione della Deliberazione della Giunta dell’Università Agraria di Colle di Tora n. 06 del 10/02/2017,

SI RENDE NOTO

che il giorno UNDICI del mese di APRILE dell’anno DUEMILADICIASSETTE, alle ore 17:00, presso gli Uffici dell'Ente siti in Via S. Parodi, 52 - 02020 – COLLE DI TORA ( RI ), davanti al sottoscritto o chi per esso, sarà tenuto un esperimento di Asta Pubblica per la vendita a corpo del materiale legnoso ritraibile dal taglio colturale di fine turno del bosco governato a ceduo a prevalenza di carpino nero denominato Colle Zuccarino - Resacchietto . Il bosco di che trattasi è di proprietà dell’Università Agraria di Colle di Tora, è situato in località Colle Zuccarino - Resacchietto ed è distinto nel Catasto del Comune Censuario di Colle di Tora ( RI ) al Foglio n. 8, Particelle n. 6/parte, 28/parte, 29/parte, 30/parte e 48/parte ed è ulteriormente indicato come la Particella n. 6b del Piano di Gestione ed Assestamento Forestale. La superficie interessata dal taglio è di 6,90 ettari, da questo intervento selvicolturale l’unico assortimento legnoso ritraibile è la legna da ardere. Il taglio del ceduo dovrà avvenire con il rilascio di 125 matricine ad ettaro di cui almeno 30 superiori al primo turno. Le matricine da rilasciare sono state marcate con vernice indelebile in occasione della redazione del progetto di taglio. Il bosco assegnato al taglio è delimitato da n. 43 piante con doppio anello e numerate al fusto, anche esse vanno preservate dal taglio. Le lavorazioni dovranno avvenire rispettando le condizioni riportate nel Progetto di Taglio, Capitolato d’Oneri, redatto dal Dott. Onori Franco, nel provvedimento di autorizzazione del 22/12/2016 n. 794 emesso dalla Provincia di Rieti – III Settore – Servizi Tecnici e nell'Avviso d'Asta approvato con Deliberazione di Giunta n. 06 del 10/02/2017. In caso di discordanza tra il presente Avviso ed il Capitolato d’Oneri, si fa riferimento a quanto riportato nell’Avviso.

 Il taglio delle piante e lo sgombero del materiale legnoso dovrà essere terminato entro 24 ( ventiquattro ) mesi dalla data della consegna.

 L'Asta si effettuerà a norma degli artt. 73, lett. c) e 76 del Regolamento sulla Contabilità Generale dello Stato approvato con R.D. n. 827 del 23/05/1924 e successive modifiche ed integrazioni mediante il sistema delle offerte segrete in aumento da confrontarsi con il prezzo posto a base d’Asta soggetto a rialzo alle condizioni tutte riportate nel Capitolato d’Oneri e verrà aggiudicata al miglior offerente.

Il prezzo base d'Asta soggetto a rialzo alle condizioni tutte riportate nel Capitolato d’Oneri è fissato in € 11.277,08 (euro undicimiladuecentosettantasette/08) al netto dell’ I.V.A. di Legge.

Sono inoltre a carico dell’Impresa aggiudicataria le spese non soggette a rialzo di seguito elencate:

a) Spese tecniche di progettazione: € 2.606,14 ( euro duemilaseicentosei/14);

b) Spese per bollo, diritti di rogito e registrazione del contratto, da quantificare al momento della stipula dello stesso.

Le spese a carico dell’aggiudicatario di cui al punto a) saranno incassate direttamente dall’Università Agraria di Colle di Tora e riversate ai propri tecnici di fiducia all’uopo incaricati.

 L'aggiudicazione sarà definitiva, fatte salve le disposizioni di cui alle Leggi n. 646/1982 e n. 55/1990 e successive modifiche ed integrazioni, ed avrà luogo anche in presenza di una sola offerta, purchè superiore o almeno pari al prezzo base d'Asta. In caso di offerte uguali si procederà mediante sorteggio. Sono escluse dalla gara le Imprese che abbiano lite pendente con l'Università Agraria di Colle di Tora oppure non abbiano saldato debiti liquidi ed esigibili dall'Ente stesso. Non sono assolutamente ammesse offerte in ribasso.

La vendita è fatta a rischio, pericolo ed utilità dell’aggiudicatario. La consultazione della doumentazione progettuale completa è a titolo gratuito e potrà avvenire presso gli Uffici della Università Agraria di Colle di Tora siti in Via S. Parodi, 52 – 02020 - COLLE DI TORA (RI).

Le Imprese che intendono partecipare alla Asta Pubblica dovrammo far pervenire le offerte di gara all’Università Agraria di Colle di Tora in un plico chiuso, sigillato e controfirmato sui lembi di chiusura. Su detto plico dovrà essere indicato il mittente ed apposta la seguente dicitura: “ Offerta Asta per la vendita del materiale legnoso ritraibile dal taglio del bosco “ Colle Zuccarino - Resacchietto ” ”.

 TERMINE

 Le offerte di gara dovranno pervenire al protocollo generale dell’Università Agraria di Colle di Tora, entro le ore 17:00 ( ore DICIASSETTE ) del giorno VENERDI' 07/04/2017.  Il recapito del plico in tempo utile rimane ad esclusivo rischio del mittente. Oltre il termine per la ricezione delle domande non si considererà valida nessuna offerta, anche se aggiuntiva o sostitutiva di quelle precedenti.

 INDIRIZZO A CUI FAR PERVENIRE LE OFFERTE

 UNIVERSITA’ AGRARIA DI COLLE DI TORA, Via S. Parodi, 52 – 02020 - COLLE DI TORA ( RI ) tramite il servizio postale con plico raccomandato o consegnato a mano al protocollo dell’Ente.

 Ogni plico, PENA L’ESCLUSIONE DALLA GARA, deve contenere al suo interno due buste, denominate: Busta A) e Busta B) a loro volta sigillate e controfirmate sui lembi di chiusura, recanti l’intestazione del mittente e la dicitura, rispettivamente :

Busta A)  Documentazione

Busta B) Offerta economica

L’offerta economica segreta, da redigersi su carta semplice dovrà precisare, a pena di nullità, l’aumento percentuale sia in cifre che in lettere espresso sul prezzo posto a base di gara ( in caso di discordanza tra l’offerta in cifre e quella in lettere sarà ritenuta valida l’indicazione più vantaggiosa per l’amministrazione ) e dovrà essere inserita nella busta contrassegnata con la lettera B), sigillata e controfirmata.

 Per essere ammessi alla gara i concorrenti dovranno inserire nella busta contrassegnata con la lettera A) a pena di ESCLUSIONE la seguente documentazione :

1. Domanda di partecipazione alla gara, sottoscritta dal partecipante avente titolo o dal titolare o legale rappresentante; nel caso di concorrente costituito da associazione temporanea o consorzio non ancora costituito, la domanda deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno la predetta associazione o consorzio; alla domanda deve essere allegata copia fotostatica di un documento di identità del sottoscrittore; la domanda puo essere sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va trasmessa la relativa procura.

2. Un certificato da cui risulti la loro iscrizione, come ditta boschiva, alla Camera di Commercio Industria e Agricoltura, di data non anteriore a tre mesi a quella della gara. Nel caso si tratti di società regolarmente costituite, detto certificato dovrà indicare la persona cui spetta la legale rappresentanza sociale;

3. Un certificato rilasciato dal Gruppo Carabinieri Forestale o dal competente organo regionale del territorio nel quale esercitano la loro attività, di data non anteriore a tre mesi a quella della gara comprovante l’iscrizione come ditta boschiva nell’apposito albo e il possesso delle capacità necessarie per condurre utilizzazioni forestali;

4. La quietanza rilasciata dalla Tesoreria dell’Ente – Banca INTESA SANPAOLO S.p.A. di Rieti comprovante l’avvenuta effettuazione del deposito cauzionale provvisorio di € 1.127,71 diconsi euro millecentoventisette/71 pari al 10% dell’importo posto a base d’Asta, come previsto dall’art. 5, comma 3, del Capitolato d’Oneri. Per coloro che non avessero potuto effettuare il deposito nel modo sopra indicato è possibile effettuarlo prima dell’apertura della gara nelle mani del Presidente della stessa, in assegni circolari intestati a favore dell’Ente appaltante; questo deposito del 10% può essere costituito anche da polizza fidejussoria del medesimo importo, bonifico bancario su IBAN  IT85Q0306914601100000300106 oppure da assegno circolare inserito nella Busta A;

5. Una dichiarazione con la quale il concorrente attesti di essersi recato sul posto dove deve eseguirsi il taglio del bosco, di aver preso visione delle condizioni locali, di tutte le circostanze generali e particolari relative al taglio, all’esbosco, ed al trasporto del legname, di aver preso visione del Capitolato d’Oneri, del progetto di taglio e delle autorizzazioni, di accettarle incondizionatamente nella loro completezza;

6. Una dichiarazione che l’Impresa non si trova in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la legislazione italiana, e non è in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni né versa in stato di sospensione dell'attività commerciale; che può stipulare contratti con Enti Pubblici, che autorizza il trattamento dei propri dati personali limitatamente a quanto previsto dalla Legge 675/1996.

I predetti certificati indicati ai punti 2 e 3 possono essere sostituiti da un’autocertificazione resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 con allegato copia del documento di riconoscimento del dichiarante.

Prima di procedere alla stipula del contratto l’Università Agraria di Colle di Tora richiederà: il D.U.R.C. dell’impresa aggiudicataria ed i certificati elencati al punto n. 2 e 3. E’ facoltà dell’Università Agraria di Colle di Tora richiedere prima della stipula del contratto una  polizza  fidejussoria  a  garanzia  e  dell’importo  pari all’ammontare della  seconda rata.

 Nel caso in cui il concorrente abbia l’esigenza di partecipare alla gara a mezzo di un proprio procuratore è necessaria la procura speciale. La copia originale della procura, debitamente legalizzata, dovrà essere inclusa, unitamente agli altri documenti, nella Busta  A.

Non possono essere ammessi alla gara e dovranno pertanto essere esclusi dalla stessa:

a) coloro che siano stati condannati con sentenza esecutiva per controversie con l’Ente appaltante di qualsiasi altra natura;

b) coloro che siano rimasti inadempienti nel versamento all’Ente delle somme dovute per liquidazione di precedenti verbali di collaudo di altre vendite;

c) coloro che hanno procedimenti in corso con l’Università Agraria;

A gara esperita saranno immediatamente restituite le cauzioni provvisorie ai concorrenti, eccezione fatta per l’aggiudicatario provvisorio. L’assegnazione si avrà con approvazione del verbale di gara da parte degli uffici competenti.

L’aggiudicatario dovrà stipulare, in forma pubblica amministrativa, il relativo contratto entro venti giorni dall’avvenuta assegnazione. Il pagamento del prezzo d’aggiudicazione del taglio del bosco più le spese tecniche di progettazione e direzione lavori dovrà essere effettuato nel seguente modo:

- La prima rata composta dal 50% del prezzo di aggiudicazione, l’intero importo delle spese tecniche e le spese di contratto;

- La seconda rata a saldo quando l’aggiudicatario avrà eseguito il taglio del 50% del bosco o comunque entro 6 ( sei ) mesi dalla data di consegna.

Nel caso in cui l’aggiudicatario non si renda disponibile alla stipula del contratto, con provvedimento successivo e separato, l’Ente provvederà a dichiararlo decaduto, incamerando il deposito cauzionale e provvedendo all’aggiudicazione alla seconda ditta qualora presente, o a procedere ad nuova gara.

Per tutto quanto non previsto dal presente Avviso, varranno le disposizioni legislative vigenti in materia, le norme del vigente Regolamento sulla Contabilità Generale dello Stato e quelle del Capitolato d’Oneri, la cui inosservanza comporterà l’esclusione dalla partecipazione alla gara e, successivamente alla aggiudicazione e alla stipulazione del contratto, la risoluzione ipso iure dello stesso.

Il responsabile del procedimento è il Segretario dell’Ente Sig. Domenico Giovannelli.

Colle di Tora, 17 marzo 2017

 
Bosco Roscette PDF Stampa E-mail
Avvisi

AVVISO D'ASTA

Bosco " Roscette "

 In esecuzione della Deliberazione della Giunta dell’Università Agraria di Colle di Tora n. 07 del 10/02/2017,

SI RENDE NOTO

che il giorno UNDICI del mese di APRILE dell’anno DUEMILADICIASSETTE, alle ore 18:00, presso gli Uffici dell'Ente siti in Via S. Parodi, 52 - 02020 – COLLE DI TORA ( RI ), davanti al sottoscritto o chi per esso, sarà tenuto un esperimento di Asta Pubblica per la vendita a corpo del materiale legnoso ritraibile dal taglio colturale di fine turno del bosco governato a ceduo a prevalenza di cerro denominato Roscette. Il bosco di che trattasi è di proprietà dell’Università Agraria di Colle di Tora, è situato in località Roscette ed è distinto nel Catasto del Comune Censuario di Colle di Tora ( RI ) al Foglio n. 26, Particelle n. 4/parte, 5/parte, 7/parte e 12/parte e nel Foglio n. 27, Particelle n. 7/parte, 10/parte e 13/parte ed è ulteriormente indicato come la Particella n. 16/parte del Piano di Gestione ed Assestamento Forestale. La superficie interessata dal taglio è di 12,50 ettari, da questo intervento selvicolturale l’unico assortimento legnoso ritraibile è la legna da ardere. Il taglio del ceduo dovrà avvenire con il rilascio di 125 matricine ad ettaro di cui almeno 30 superiori al primo turno. Le matricine da rilasciare sono state marcate con vernice indelebile in occasione della redazione del progetto di taglio. Il bosco assegnato al taglio è delimitato da n. 35 piante con doppio anello e numerate al fusto, anche esse vanno preservate dal taglio. Le lavorazioni dovranno avvenire rispettando le condizioni riportate  nel Progetto di Taglio, Capitolato d’Oneri, redatto dal Dott. Onori Franco, nel provvedimento di autorizzazione del 22/12/2016 n. 795 emesso dalla Provincia di Rieti – III Settore – Servizi Tecnici e nell'Avviso d'Asta approvato con Deliberazione di Giunta n. 07 del 10/02/2017. In caso di discordanza tra il presente Avviso ed  il Capitolato d’Oneri, si fa riferimento a quanto riportato nell’Avviso.

Il taglio delle piante e lo sgombero del materiale legnoso dovrà essere terminato entro 24 ( ventiquattro ) mesi dalla data della consegna.

L'Asta si effettuerà a norma degli artt. 73, lett. c) e 76 del Regolamento sulla Contabilità Generale dello Stato approvato con R.D. n. 827 del 23/05/1924 e successive modifiche ed integrazioni mediante il sistema delle offerte segrete in aumento da confrontarsi con il prezzo posto a base d’Asta soggetto a rialzo alle condizioni tutte riportate nel Capitolato d’Oneri e verrà aggiudicata al miglior offerente.

Il prezzo base d'Asta soggetto a rialzo alle condizioni tutte riportate nel Capitolato d’Oneri è fissato in € 28.962,25 (euro ventottomilanovecentosessantadue/25) al netto dell’ I.V.A. di Legge.

Sono inoltre a carico dell’Impresa aggiudicataria le spese non soggette a rialzo di seguito elencate:

a) Spese tecniche di progettazione: € 4.764,03 ( euro quattromilasettecentosessantaquattro/03);

b) Spese per bollo, diritti di rogito e registrazione del contratto, da quantificare al momento della stipula dello stesso.

Le spese a carico dell’aggiudicatario di cui al punto a) saranno incassate direttamente dall’Università Agraria di Colle di Tora e riversate ai propri tecnici di fiducia all’uopo incaricati.

L'aggiudicazione sarà definitiva, fatte salve le disposizioni di cui alle Leggi n. 646/1982 e n. 55/1990 e successive modifiche ed integrazioni, ed avrà luogo anche in presenza di una sola offerta, purchè superiore o almeno pari al prezzo base d'Asta. In caso di offerte uguali si procederà mediante sorteggio. Sono escluse dalla gara le Imprese che abbiano lite pendente con l'Università Agraria di Colle di Tora oppure non abbiano saldato debiti liquidi ed esigibili dall'Ente stesso. Non sono assolutamente ammesse offerte in ribasso.

La vendita è fatta a rischio, pericolo ed utilità dell’aggiudicatario. La consultazione della doumentazione progettuale completa è a titolo gratuito e potrà avvenire presso gli Uffici della Università Agraria di Colle di Tora siti in Via S. Parodi, 52 – 02020 - COLLE DI TORA (RI).

Le Imprese che intendono partecipare alla Asta Pubblica dovrammo far pervenire le offerte di gara all’Università Agraria di Colle di Tora in un plico chiuso, sigillato e controfirmato sui lembi di chiusura. Su detto plico dovrà essere indicato il mittente ed apposta la seguente dicitura: “ Offerta Asta per la vendita del materiale legnoso ritraibile dal taglio del bosco “ Roscette ” ”.

TERMINE

Le offerte di gara dovranno pervenire al protocollo generale dell’Università Agraria di Colle di Tora, entro le ore 17:00 ( ore DICIASSETTE ) del giorno VENERDI' 07/04/2017.  Il recapito del plico in tempo utile rimane ad esclusivo rischio del mittente. Oltre il termine per la ricezione delle domande non si considererà valida nessuna offerta, anche se aggiuntiva o sostitutiva di quelle precedenti.

INDIRIZZO A CUI FAR PERVENIRE LE OFFERTE

UNIVERSITA’ AGRARIA DI COLLE DI TORA, Via S. Parodi, 52 – 02020 - COLLE DI TORA ( RI ) tramite il servizio postale con plico raccomandato o consegnato a mano al protocollo dell’Ente.

Ogni plico, PENA L’ESCLUSIONE DALLA GARA, deve contenere al suo interno due buste, denominate: Busta A) e Busta B) a loro volta sigillate e controfirmate sui lembi di chiusura, recanti l’intestazione del mittente e la dicitura, rispettivamente :

Busta A)  Documentazione

Busta B) Offerta economica

L’offerta economica segreta, da redigersi su carta semplice dovrà precisare, a pena di nullità, l’aumento percentuale sia in cifre che in lettere espresso sul prezzo posto a base di gara ( in caso di discordanza tra l’offerta in cifre e quella in lettere sarà ritenuta valida l’indicazione più vantaggiosa per l’amministrazione ) e dovrà essere inserita nella busta contrassegnata con la lettera B), sigillata e controfirmata.

Per essere ammessi alla gara i concorrenti dovranno inserire nella busta contrassegnata con la lettera A) a pena di ESCLUSIONE la seguente documentazione :

1. Domanda di partecipazione alla gara, sottoscritta dal partecipante avente titolo o dal titolare o legale rappresentante; nel caso di concorrente costituito da associazione temporanea o consorzio non ancora costituito, la domanda deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno la predetta associazione o consorzio; alla domanda deve essere allegata copia fotostatica di un documento di identità del sottoscrittore; la domanda puo essere sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va trasmessa la relativa procura.

2. Un certificato da cui risulti la loro iscrizione, come ditta boschiva, alla Camera di Commercio Industria e Agricoltura, di data non anteriore a tre mesi a quella della gara. Nel caso si tratti di società regolarmente costituite, detto certificato dovrà indicare la persona cui spetta la legale rappresentanza sociale;

3. Un certificato rilasciato dal Gruppo Carabinieri Forestale o dal competente organo regionale del territorio nel quale esercitano la loro attività, di data non anteriore a tre mesi a quella della gara comprovante l’iscrizione come ditta boschiva nell’apposito albo e il possesso delle capacità necessarie per condurre utilizzazioni forestali;

4. La quietanza rilasciata dalla Tesoreria dell’Ente – Banca INTESA SANPAOLO S.p.A. di Rieti comprovante l’avvenuta effettuazione del deposito cauzionale provvisorio di € 2.896,23 diconsi euro duemilaottocentonovantasei/23 pari al 10% dell’importo posto a base d’Asta, come previsto dall’art. 5, comma 3, del Capitolato d’Oneri. Per coloro che non avessero potuto effettuare il deposito nel modo sopra indicato è possibile effettuarlo prima dell’apertura della gara nelle mani del Presidente della stessa, in assegni circolari intestati a favore dell’Ente appaltante; questo deposito del 10% può essere costituito anche da polizza fidejussoria del medesimo importo, bonifico bancario su IBAN  IT85Q0306914601100000300106 oppure da assegno circolare inserito nella Busta A;

5. Una dichiarazione con la quale il concorrente attesti di essersi recato sul posto dove deve eseguirsi il taglio del bosco, di aver preso visione delle condizioni locali, di tutte le circostanze generali e particolari relative al taglio, all’esbosco, ed al trasporto del legname, di aver preso visione del Capitolato d’Oneri, del progetto di taglio e delle autorizzazioni, di accettarle incondizionatamente nella loro completezza;

6. Una dichiarazione che l’Impresa non si trova in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la legislazione italiana, e non è in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni né versa in stato di sospensione dell'attività commerciale; che può stipulare contratti con Enti Pubblici, che autorizza il trattamento dei propri dati personali limitatamente a quanto previsto dalla Legge 675/1996.

I predetti certificati indicati ai punti 2 e 3 possono essere sostituiti da un’autocertificazione resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 con allegato copia del documento di riconoscimento del dichiarante.

Prima di procedere alla stipula del contratto l’Università Agraria di Colle di Tora richiederà: il D.U.R.C. dell’impresa aggiudicataria ed i certificati elencati al punto n. 2 e 3. E’ facoltà dell’Università Agraria di Colle di Tora richiedere prima della stipula del contratto una  polizza  fidejussoria  a  garanzia  e  dell’importo  pari all’ammontare della  seconda rata.

Nel caso in cui il concorrente abbia l’esigenza di partecipare alla gara a mezzo di un proprio procuratore è necessaria la procura speciale. La copia originale della procura, debitamente legalizzata,  dovrà  essere  inclusa,  unitamente  agli  altri  documenti, nella Busta A.

Non possono essere ammessi alla gara e dovranno pertanto essere esclusi dalla stessa:

a) coloro che siano stati condannati con sentenza esecutiva per controversie con l’Ente appaltante di qualsiasi altra natura;

b) coloro che siano rimasti inadempienti nel versamento all’Ente delle somme dovute per liquidazione di precedenti verbali di collaudo di altre vendite;

c) coloro che hanno procedimenti in corso con l’Università Agraria;

A gara esperita saranno immediatamente restituite le cauzioni provvisorie ai concorrenti, eccezione fatta per l’aggiudicatario provvisorio. L’assegnazione si avrà con approvazione del verbale di gara da parte degli uffici competenti.

L’aggiudicatario dovrà stipulare, in forma pubblica amministrativa, il relativo contratto entro venti giorni dall’avvenuta assegnazione. Il pagamento del prezzo d’aggiudicazione del taglio del bosco più le spese tecniche di progettazione e direzione lavori dovrà essere effettuato nel seguente modo:

- La prima rata composta dal 50% del prezzo di aggiudicazione, l’intero importo delle spese tecniche e le spese di contratto;

- La seconda rata a saldo quando l’aggiudicatario avrà eseguito il taglio del 50% del bosco o comunque entro 6 ( sei ) mesi dalla data di consegna.

Nel caso in cui l’aggiudicatario non si renda disponibile alla stipula del contratto, con provvedimento successivo e separato, l’Ente provvederà a dichiararlo decaduto, incamerando il deposito cauzionale e provvedendo all’aggiudicazione alla seconda ditta qualora presente, o a procedere ad nuova gara.

Per tutto quanto non previsto dal presente Avviso, varranno le disposizioni legislative vigenti in materia, le norme del vigente Regolamento sulla Contabilità Generale dello Stato e quelle del Capitolato d’Oneri, la cui inosservanza comporterà l’esclusione dalla partecipazione alla gara e, successivamente alla aggiudicazione e alla stipulazione del contratto, la risoluzione ipso iure dello stesso.

Il responsabile del procedimento è il Segretario dell’Ente Sig. Domenico Giovannelli.

Colle di Tora, 17 marzo 2017

 
Attività intraprese nel 2013 PDF Stampa E-mail
Ultime

L' Università Agraria  di COLLE DI TORA con sede in Via Parodi n. 52, 02020 – Colle di Tora ( RI ), C.F. 80017090574, Partita I.V.A. 00689250579, nel tutelare e garantire i beni di demanio collettivo, ricorda ai Nostri Utenti alcuni interventi ed iniziative intraprese nel anno 2013 negli interessi della Nostra Collettività.


  • P.S.R. del Lazio 2007/2013 - Miglioramento e Ripristino delle Infrastrutture Forestali - Strada dei Fontanili - Approvazione Stato Finale dei Lavori.
  • Interventi inerenti la manutenzione ordinaria di porzioni di strade per gli accessi ai territori di proprietà dell’Università Agraria   di Colle di Tora, località Colli Ferri, Vae Pratara e Valle Santa Maria.
  • Istallazione di un impianto d’illuminazione da esterno comprensivo di predisposizione per citofoni ed automazioni e quanto altro necessario per garantire il lavoro finito e funzionante a regola d’arte, nei locali siti in Via Colle della Madonna.
  • Sistemazione ed adeguamento dell’impianto di illuminazione, comprensivo di gruppi autonomi d’emergenza e quanto altro necessario per garantire il lavoro finito e funzionante a regola d’arte, nel locale Centro Socio Culturale denominato “il Cantinone”.
  • Aggiornamento catastale delle unità immobiliari ubicate in località Roscette ed in Via Parodi n. 52.
  • Aggiornamento degli elenchi inerenti la Concessione Fondi.
  • Affidamento incarico tecnico per l’esecuzione dei rilievi delle aree di pertinenza dell’edificio di Via Colle della Madonna e redazione del progetto per la sistemazione di tali aree da poter adibire ad attività con funzioni prettamente sociali e culturali.
  • Affidamento incarico tecnico per l’integrazione del progetto per l’utilizzazione forestale del bosco ceduo sito in località    Pianelle - Valle Scura.
  • Realizzazione del Rifugio di modesta entità per l’accoglienza e l’assistenza degli utenti e residenti che praticano la montagna in località Colle Cuperella.
  • Realizzazione del muro di contenimento in località Fosso Santulele - Opera di Ingegneria Naturalistica.
  • Organizzazione la manifestazione : GIORNATA ECOLOGICA “Piantiamo il Nostro Futuro”.
  • Interventi inerenti la manutenzione ordinaria di porzioni di strade per gli accessi ai territori di proprietà dell’Università Agraria   di Colle di Tora, località Valle Lopara, Costa Fica e Cese.
  • Organizzazione della “ Festa dell’Università Agraria ” al fine di valorizzare l’attività dell’Ente, con il supporto dell’Associazione Pro-Loco di Colle di Tora.
  • Incarico tecnico per la per la redazione degli atti inerenti l’accatastamento dell’immobile sito in località Colle Cuperella.
  • P.S.R. del Lazio 2007/2013 - Realizzazione e miglioramento delle infrastrutture per la raccolta dell’acqua da utilizzare per l’irrigazione, € 118.711,35 - Ripristino di accumuli d’acqua per l’irrigazione del Fagiolo a Pisello - Inizio dei Lavori.
  • Interventi inerenti lavori di decespugliamento del tratto stradale in località Valle Lopara - Fontanili.
  • Interventi inerenti la manutenzione ordinaria di porzioni di strade per gli accessi ai territori di proprietà dell’Università Agraria   di Colle di Tora, località Fontanili.
  • Affidamento alla Guardia Nazionale Ambientale (Vigilanza Ambientale, Ittica, Venatoria, Nucleo Operativo Zoofila e Zootecnica), del servizio di controllo del territorio dell’Ente Agrario.
  • P.S.R. del Lazio 2007/2013 - Recepimento del Provvedimento di Concessione del Contributo emesso dalla Regione Lazio - contributo a fondo perduto di € 88.663,76 - per il Miglioramento e la ricostituzione boschiva per il miglioramento del pascolo, lotta attiva agli incendi boschivi, valorizzazione dell’aspetto turistico.

 

L’Università Agraria di Colle di Tora invita tutta la popolazione il giorno venerdì 03 Gennaio 2014 presso il Centro Socio Culturale denominato “il Cantinone” alle ore 18:00 per illustrare i progetti in esecuzione e confrontarsi sulle nuove iniziative da intraprendere.

Certi di una attiva partecipazione, l’Università Agraria di Colle di Tora Augura a Tutti Voi BUONE FESTE!

IL PRESIDENTE

f.to Guido Di Benedetti

 
Progetto esecutivo di miglioramento e ricostituzione boschiva PDF Stampa E-mail
Ultime

 

regione lazio

DIREZIONE REGIONALE INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE AREA FORESTE - GR/03/35

Reg. (CE) n. 1698/2005-Plano d/ Sviluppo Rurale del Lazio 2007/2013 Misura 227

"Investimenti non produttivi"

Bando pubblico adottato con D.G.R. n. 306 del 22 giugno 2012

PROVVEDIMENTO DI CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO n.139629 del 04/12/2013

 

Codice Domanda: 8475917526

CUAA: 80017090574

Beneficiario: UNIVERSITA' AGRARIA COLLE DI TORA

Progetto: Progetto esecutivo di miglioramento e ricostituzione boschiva per la Progetto definitiva conversione all'alto fusto di boschi a prevalenza di specie quercine e di diradamento di un soprassuolo artificiale a prevalenza di pino nero-particelle del PGAF n. 7, 10b, 11a, 12a, 12b, 15e, 18, 21

Investimento ammesso: € 88.663,76

Contributo ammesso: € 88.663,76

IL DIRETTORE REGIONALE ALLE INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE

 

VISTO Il Regolamento (CE) n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 relativo al sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);

VISTA la D.G.R. n. 35, del 21 febbraio 2007 concernente "Regolamento (CE) n. 1698/2005. Approvazione della Proposta di Programma di Sviluppo Rurale del Lazio per il periodo 2007 /2013" pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 9, del 30 marzo 2007;

VISTA la D.G.R. n. 163 del 7 marzo 2008 concernente "Regolamento (CE) 1698/2005. Presa d'atto dell'approvazione del Programma di Sviluppo Rurale del Lazio per il periodo 2007/2013 da parte della Commissione Europea";

VISTA la D.G.R. n. 412 del 30 maggio 2008, pubblicata sul supplemento ordinario n. 62 al BURL n. 21 del 7 giugno 2008, e sue successive modificazionl ed integrazioni, con la quale sono state approvate le "Disposizioni per l'attuazione delle misure ad Investimento del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013";

VISTA la Determinazione Dipartimentale n. C1340 del 10 giugno 2009, allegato A) "Modello organizzativo per la gestione del regime di aiuti di cui al PSR 2007/2013", con la quale sono state stabilite ulteriori disposizioni attuative ed è stato definito il modello organlzzativo per il trattamento delle domande e dei progetti presentati In attuazione del PSR 2007/2013 del Lazio;

VISTA la D.G.R. n. 306 del 22 giugno 2012 pubblicata sul BURL n. 30 del 19.07.2012, con la quale la Direzione Regionale Ambiente ha provveduto a predisporre ed adottare, tra gli altri, il Bando pubblico relativo alla Misura 227 "Investimenti non produttivi";


DATO ATTO

  • che è stato Individuato, con Atto di Organizzazione n. A5696 datato 06/06/2011, e successivamente confermato, con Atto di Organizzazione n. G00574 del 17/10/2013, il Responsabile Unico del Procedimento (Tutor di progetto) nella figura del funzionario Dott. Agr. Gianluigi Davide Flore incaricato di svolgere l'istruttoria tecnico-amministrativa del progetto;
  • che l'Università Agraria di Colle di Tora, in attuazione del bando pubblico di cui alla DGR n. 306 del 22 giugno 2012, pervenuta in data 04/12/2012 ed acquisita agli atti della competente struttura regionale con prot. n. 528767 del 04/12/2012, per il finanziamento del progetto denominato "Progetto esecutivo di miglioramento e ricostituzione boschiva per la definitiva conversione all'alto fusto di boschi a prevalenza di specie quercine e di diradamento di un soprassuolo artificiale a prevalenza di pino nero-particelle del PGAF n. 7, 10b, 11a, 12a, 12b, 15e, 18, 21", al quale è stato attribuito il seguente Codice Identificativo: 8475917526, per un importo complessivo di € 417.494,89 ed un contributo richiesto di € 417.494,89;
  • che in base alle risultanze istruttorie, così come riportato nel Verbale del 08/11/2013, posto in essere dalla Commissione di valutazione finale, il progetto sopra descritto soddisfa tutte le condizioni di ammissibilità previste dal bando pubblico;
  • che con Determinazione n. G02847 del 22/11/2013 è stato approvato Il suddetto Verbale ed ammesso a finanziamento, per un importo complessivo di € 88.663,76 ed un contributo concesso pari ad € 88.663,76

 

REGIONE LAZIO

DIREZIONE REGIONALE INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE

OBIETTIVIPERSEGUITI

L'obbiettivo dell'intervento selvicolturale è quello di convertire all'alto fusto il ceduo invecchiato migliorando la stabilità del soprassuolo; questo avviene tramite la conversione indiretta che porterà all' affermazione della fustaia di origine agamica caratterizzata da un'unica classe di età prevalente ed a copertura tendenzialmente monoplana.

 

A questo obbiettivo principale si associa:

  • Il miglioramento della diversità forestale che si espleta attraverso la conservazione della diversità specifica e strutturale del soprassuolo poiché questo intervento selvicolturale così strutturato favorisce l'affermazione delle specie consociate come ad esempio i fruttiferi selvatici, gli aceri e i sorbì, preserva inoltre le piante d'età vetusta per conservare nuclei di età diversificata in modo da aumentare il valore ambientale del bosco e ridurre la perdita di biodiversità poiché la specie prevalente il cerro favorita già nelle precedenti ceduazioni tende a costituire dei boschi monospecifici soffocando le specie diverse che si trovano in condizioni di concorrenza sfavorevole.
  • Il miglioramento del vigore vegetativo e dell' incremento diametrico poiché si limitano i fenomeni di concorrenza laterale legati sia all'assorbimento degli elementi nutritivi che alla captazione delle radiazioni solari con l'eliminazione delle piante sottomesse, deperenti che comunque instaurano una situazione di concorrenza con le dominanti questo avviene tramite l 'abbattimento della massa intercalare con un tasso d'utilizzazione massimo del 29,9% che si tocca nella particella n. 12b, mentre le altre hanno prelievi ancora più contenuti ma comunque giova alle piante scelte per rimanere a dote.
  • La valorizzare dell'aspetto turistico ricreativo poiché il bosco convertito è meglio fruibile dai visitatori e si percorre in modo più agevole del ceduo e la visuale è più ampia.
  • L'aumento della capacità trofica dei boschi con la conservazione ed il sicuro avvenire che viene garantito alle piante da frutto.
  • Tutela del legno morto tramite la conservazione delle piante secche in piedi e di quelle vetuste.
  • Lotta attiva agli incendi boschivi tramite l' intenuzione della continuità verticale del combustibile.
  • Miglioramento del pascolo, tanto che nella fustaia gli animali domestici trovano frutti (ghiande, mele, pere ... ) che permettono diversificano la dieta ed apportano cibi energetici nei momenti di penuria dell' erba. La fustaia costituisce anche un sito di rifugio per il bestiame dalla calura estiva e dai temporali autunnali che caratterizzano questi luoghi.
  • Sviluppo di una forma di soprassuolo più complessa e di più elevato valore ecologico rispetto al ceduo attraverso la conversione indiretta che si espleta con la selezione dei polloni di sicuro avvenire concedendo loro il bio-spazio sufficiente per lo sviluppo e l'affrancamento.
  • Promozione di una razionale gestione dei boschi nel campo di un uso sostenibile delle Foreste tramite la diversità ambientale e consociare ai cedui boschi di alto fusto.
  • Accrescere in misura significativa il valore ecologico e sociale delle foreste con idonei investimenti e promuovere il recupero e la cura dei popolamenti forestali abbandonati per scopi protettivi, ecologici e turistici, favorendo efficienza ed evoluzione dell'ecosistema forestale.

Gli interventi selvicolturali previsti con la presente misura prevedono di mantenere e migliorare la stabilità ecologica del bosco agendo sulla funzione protettiva ed ecologica, oltre a quella ricreativa-ambientale e di tutela della biodiversità promuovendo strutture forestali più evolute e stabili che contribuiscono a migliorare la diversità del comprensorio forestale aumentando l'estensione delle fustaie rispetto ai già diffusi cedui.


 
LAVORI DI REALIZZAZIONE E MIGLIORAMENTO DELLE INFRASTRUTTURE PER LA RACCOLTA DELL’ACQUA PDF Stampa E-mail
Ultime

Università Agraria di Colle di Tora

P.S.R. del Lazio 2007/2013 Reg. (CE) 1698/05

Misura 125 "Miglioramento e creazione delle infrastrutture connesse allo sviluppo e all'adeguamento dell'agricoltura e della silvicoltura"

Azione 3 -" Miglioramento delle dotazioni idriche rurali, delle opere idrauliche-forestali e dell'approvvigionamento energetico"

Tipologia a. e b.

 

realizzazione infrastrutture irrigazione

Tipologia a , investimenti materiali per la ristrutturazione e potenziamento della rete idrica rurale esistente, costruzione di acquedotti idropotabili rurali a fini produttivi; è costituita come voce di spesa dalla realizzazione di serbatoi di accumulo e ripristino di due fontanili da utilizzare principalmente per l'irrigazione e secondariamente per l'abbeverata del bestiame;

Tipologia b precisamente la costruzione tramite ripristino di piccoli invasi utilizzando, i due che si trovano nella località Fonte Carpino, per la raccolta di acque superficiali da destinare all'irrigazione delle colture orticole nel caso specifico il fagiolo a pisello. L'intervento è costituito come voce di spesa dai lavori di adeguamento, modellamento e sbarramento di invasi naturali, ripristino di opere di impermeabilizzazione, opere di raccolta e la 90struzione de11a recinzione a fini protettivi del sito.

Obbiettivo delle opere

Miglioramento delle dotazioni idriche rurali

Queste opere sono tutte strettamente connesse allo svolgimento dell'attività agricola nelle uniche zone coltivabili di Colle di Tora e si espleta attraverso la posa in opera di serbatoi prefabbricati per l'accumulo dell'acqua in eccesso.

La seconda opera è la costruzione tramite ripristino di due invasi naturali in due depressioni del terreno già presenti nella località Fonte Carpino.

Lo scopo di questi interventi è quello di permettere L'irrigazione dei campi coltivati a fagioli dove gli agricoltori sono già dotati di impianti a goccia. Il fagiolo a Pisello è una varietà a ciclo lungo, l'irrigazione è indispensabile; infatti viene applicata quotidianamente durante l'estate per permettere al legume di completare il proprio ciclo biologico e di offrire una produzione soddisfacente.

La necessità dell'apporto di acqua tramite l'irrigazione è dovuto al clima mediterraneo che è caratterizzato in estate da un diminuzione delle precipitazioni che coincide con l'aumento delle temperature; inoltre la coltivazione avviene in collina in un luogo dove l'umidità atmosferica è limitata ed il terreno ha un elevato grado di permeabilità dovuto alla matrice rocciosa calcarea ed alla pendenza che non favoriscono la permanenza dell'acqua dopo gli eventi meteorici.

Lo scopo degli interventi sulla rete idrica in località l Fontanili è quello di permettere l'accumulo dell'acqua in eccesso che fuoriesce dal fontanile e condurla nei serbatoi e da essi verrà distribuita per caduta tramite gli impianti a goccia già in essere che servono per irrigare la coltivazione del legume. Attualmente questa operazione viene realizzata tramite un contenitore in metallo (un fusto) sistemato in modo precario alla fine del fontanile dove viene immerso un tubo in plastica che ba volte pesca direttamente dalla vasca; mentre nel fontanile in località Acquamezza e previsto il ripristino dell'impermeabilizzazione per favorire la permanenza dell'acqua nella vasca e destinarla in parte all'irrigazione.

L'acqua della località l Fontanili si andrà a sommare all'altra fonte di accumulo che si ha con il ripristino dei due invasi in località Fonte Carpino che raccoglieranno l'acqua piovana e l'approvvigionamento sarà favorito anche dalle trincee drenanti che formano una via preferenziale di scorrimento e convogliamento verso gli invasi essa verrà realizzata tramite il ripristino delle scoline esistenti che si sono progressivamente ricolmate di terra, fogliame e pietrisco incoerente e sono a mala pena riconoscibili.

L'aumento della capacità di stoccaggio dell'acqua permette la costituzione di una riserva idrica per l'irrigazione.

La situazione attuale è caratterizzata da una generalizzata carenza dovuta alla perdita della risorsa a causa di strutture di accumulo fatiscenti e poco funzionali; infatti i due invasi naturali allo stato attuale sono impermeabilizzati in modo approssimativo con l'apposizione di film plastici che hanno frequenti soluzioni di continuità. sono recintati con infrastrutture precarie, costituite da un intreccio di arbusti e ramaglie o paletti di scarsa stabilità e pezzi di rete legata sommariamente con fili di ferro.

Questo costituisce anche un pericolo per gli animali al pascolo che potrebbero cadere e ferirsi. La fatiscenza di queste strutture arreca delle esternalità negative anche alla qualità ambientale del sito costituito da campi coltivati alternati a pascoli e boschi un esempio di diversità con elevato pregio ecologico; inoltre in essi si riesce ad accumulare una modesta quantità di acqua perché le soluzioni di continuità negli argini e nei film plastici arrecano copiose perdite e non permettono la permanenza della risorsa nell'invaso.

Le località deputate per la costituzione della riserva idrica sono due:

I Fontanili dove l'acqua proviene dall'omonima sorgente che alimenta il fontanile e verranno posti in opera 3 serbatoi in PVC della capienza complessiva di 60.000 litri e delle seguenti dimensioni: altezza 2,4m; lunghezza 4,2m larghezza 2,4m, i serbatoi serviranno per irrigare le coltivazioni esposte ad Est. La sorgente ha una portata misurata in estate di 90litri al minuto e per irrigare questa porzione si è stimato una quantità d'acqua di 10.000 litri al giorno distribuita con impianti a goccia. Con la posa in opera dei serbatoi il quantitativo è sufficiente anche per l'abbeveraggio degli animali poiché le vasche del fontanile vengono mantenute sempre piene il surplus in uscita è direzionato verso i serbatoi. Il rifornimento del fontanile verrà migliorato tramite la sostituzione della conduttura esistente che è fortemente alterata e con numerosi perdite.

Fonte Carpino dove l'acqua proviene da micro sorgenti e dal ruscellamento superficiale che si verifica in occasione degli eventi meteorici, con la realizzazione tramite ripristino dell'esistente in questo luogo si avrà un accumulo di acqua sufficiente per irrigare le coltivazioni esposte ad Ovest.

Acquamezza: ripristino del fontanile in modo da utilizzare l'acqua per l'irrigazione oltre che per l 'abbeverata.

invaso fonte carpino1

invaso fonte carpino2

fontanile località  I Fontanili

fontanille località Acquamezza

 
« InizioPrec.12345678Succ.Fine »

Pagina 2 di 8


Powered by Roberto Teodori. Designed by: business web hosting idv.tw domain Valid XHTML and CSS.